Stadio di Proprietà: Emirates Stadium

L’Emirates Stadium è lo stadio dove si giocano le partite casalinghe dell’Arsenal FC che ne detiene anche la proprietà. La squadra si è trasferita in questo stadio dopo aver giocato dal 1913 nell’indimenticabile impianto di Highbury.

Il progetto di costruzione del nuovo stadio, iniziato intorno al 2000, fu affidato agli architetti del gruppo HOK Sport e all’ingegnere Buro Happold. Mentre la vera e propria realizzazione fu iniziata nel febbraio 2004 e solo dopo due anni di lavori, per esattezza il 26 ottobre 2006, si tenne l’apertura ufficiale.

COSTI DI COSTRUZIONE E PROGETTAZIONE

Il costo per la costruzione dello stadio è stato di 390 milioni di sterline pari a 466 milioni di euro, cifra che sale a 470 milioni di sterline pari a 561,5 milioni di euro per l’intero progetto.

CARATTERISTICHE DELLO STADIO

L’Emirates Stadium è uno degli stadi più avanzati nel mondo e possiede una capacità di 60.361 posti tutti rigorosamente al coperto. Questo ne fa il secondo stadio più grande della Premier League dopo l’Old Trafford di Manchester (75,811) e il terzo più grande di Londra dopo il Wembley Stadium e il Twickenham Stadium.

L’impianto è stato dotato di 450 schermi LCD ad alta definizione realizzati appositamente dal colosso giapponese Sony dove scorrono filmati sulle imprese dell’Arsenal, spot pubblicitari, interviste pre-partita e tanto altro.

I cancelli dello stadio vengono aperti 90 minuti prima dell’inizio delle gare, in modo da offrire allo spettatore il tempo di usufruire di tutti i servizi (food & beverage,merchandising, etc) che questo stadio può offrire loro.

Altre innovazioni si hanno nell’ambito della manutenzione del manto erboso. Infatti al di sotto del terreno di gioco troviamo un sistema canalizzato sotto vuoto e con aria sotto pressione che può eseguire diverse importanti operazioni come:

  • fornire aria e ossigeno al terreno dove cresce l’erba per favorirne la crescita naturale, soprattutto a livello dell’aree particolarmente sensibili (area piccola del portiere e fasce laterali)
  • aspirare l’acqua in caso di precipitazioni. Permettendo così alle squadre che scendono in campo di giocare su un manto erboso sempre in perfette condizioni.

Il terreno di gioco è costituito da Desso GrassMaster che è una superficie di ultimissima generazione composta da erba naturale combinata a fibre artificiali.

Il fatto che lo stadio sia totalmente coperto porta a dei problemi nella crescita dell’erba che non risulta esposta correttamente e sufficientemente al sole, tale inconveniente viene superato grazie a tecnologie come questa.

COME HA FATTO L’ARSENAL HA FINANZIARE QUESTA OPERA?

L’Arsenal ha finanziato questo investimento implementando e diversificando le fonti d’entrata:

  • ha contratto un debito bancario privato a lungo termine di circa 310 milioni di Euro con scadenza nel 2031. Questo perchè non gli è stato concesso nessun tipo di prestito di denaro pubblico.
  • Ha ceduto il naming rights dell’impianto alla compagnia aerea del Dubai Fly Emirates. Per questo motivo lo stadio è stato chiamato Emirates Stadium e non più Ashburton Grove come inizialmente si era pensato di nominarlo. Questa partnership durerà fino al 2021 con un guadagno per l’Arsenal FC di una cifra tra i 120 e i 150 milioni di euro. Oltre al nome dell’impianto Fly Emirates ha ottenuto il diritto ad essere principale sponsor sulla maglia dell’Arsenal fino al 2014. Su questa scelta si espresse così Peter Hill-Wood presidente dell’Arsenal: ” se avessimo intitolato il nuovo stadio a Herbert Chapman o persino ad Arsène Wenger sarebbe stato musica per le orecchie dei tifosi. ma le cose sono cambiate nel football e noi abbiamo ricevuto un’offerta magnifica, la più ricca nella storia del calcio inglese. dobbiamo andare avanti”. Ha ricavato, inoltre, 22 milioni di sterline da diverse operazioni commerciali come l’accordo ventennale con Delaware North (azienda del catering)e grazie a una serie di sponsor tra i quali spicca sicuramente la Nike che risulta essere anche fornitore tecnico ufficiale.
  • si è resa protagonista di una serie di operazioni immobiliari come quella di Highbury Square dove al posto del vecchio stadio sorge ora un complesso residenziale con 680 appartamenti che dovrebbero fruttare alla società una cifra vicino ai 50 milioni di euro. Inoltre ha rivalorizzato le aree vicino al nuovo stadio traendo ulteriori guadagni (se vi interessano i dettagli dei movimenti immobiliari vi consiglio la lettura di questo articolo)
  • Il nuovo stadio ha incrementato i ricavi della squadra inglese per quanto riguarda il ramo matchday: che è passato da  44 milioni di sterline nell’ultimo anno in cui le partite si sono tenute a Highbury ai 93 milioni di sterline nel 2010-2011

Questo raddoppio dei ricavi da matchday sono dovuti a:

  • aumento dei posti disponibili che da 38.500 è diventato di oltre 60.000 che permette all’Arsenal di avere una media di oltre 44.000 abbonati e una media di spettatori di 55.000 persone, con una media totale di riempimento dello stadio di oltre il 90%.
  • incremento del costo dei biglietti e degli abbonamenti: infatti l’abbonamento più economico costa ora più di 1100 sterline (tra i più alti di tutta la premier) e il singolo biglietto sempre nelle zone più economiche costa in media 42 sterline. Questi prezzi poco competitivi sono permessi alla società perchè esistono liste d’attesa di oltre 35.000 persone.

Per far capire quanto questo stadio aiuti la società ad invogliare il pubblico ad andare a vedere le partite dal vivo, il match con il minor numero di spettatori è stato contro il Shrewsbury Town nel terzo turno della Football League Cup (Carling Cup) con la presenza di 46,539 spettatori. Numero che spesso non viene raggiunto nemmeno nelle partite di cartello della Serie A.

  • Oltre ai posti economici questo stadio di ultima generazione è stato costruito prevedendo ben 9000 posti premium (post vip,diamond club,sky box) che fruttano ben il 30% dei ricavi.

Piccola precisazione sul Diamond Club che con soli 160 disponibilità è la zona più esclusiva dello stadio. Il costo all’iscrizione al club è di 25.000 sterline più altre 25.000 sterline l’anno per sottoscrivere l’abbonamento. Questo abbonamento include il biglietto, l’utilizzo di un salotto privato, del ristorante (con chef stellati Michelin), del bar e del parcheggio. Inoltre i membri del club possono avere la possibilità di seguire le trasferte europee con l’aereo della squadra.

Ultimo punto da sottolineare è l’aumento della quantità, ma specialmente, della qualità dei servizi offerti ( catering, merchandising).

L’utile netto proveniente solo da compartimento Calcio e quindi non considerando l’utile delle operazioni immobiliari è stato di:

  • 30,8 milioni di sterline nel 2008
  • 31,0 milioni di sterline nel 2009
  • 34,8 milioni di sterline nel 2010

Anche per società economicamente ben strutturate come l’Arsenal l’accesso in Champions League è molto importante per poter mantenere la rosa sempre competitiva evitando di dover cedere pezzi pregiati durante il calciomercato . Infatti il ricavo netto di ogni partita di Champions dell’Arsenal si attesta intorno ai 4 milioni di euro, cifra che non viene minimamente avvicinata in caso di partite di Europa League.

Va messo in evidenza che il bisogno di trovare delle entrate per supportare l’investimento iniziale per questo impianto, ha costretto l’Arsenal a firmare contratti di lunga durata che stanno in questo momento penalizzando i ricavi commerciali. Infatti i ricavi di quest’area si attestano intorno ai 57 milioni di Euro contro i 62 milioni del Chelsea, gli 80 del Liverpool e gli 82 del Manchester United.

Questo sta a significare che quando questi contratti saranno finiti, l’Arsenal potrebbe ulteriormente aumentare i suoi ricavi totali.

DIVERSI UTILIZZI DELL’IMPIANTO

Oltre ad essere utilizzato come stadio da calcio per l’Arsenal, viene utilizzato anche centro conferenze (anche per incontri politici internazionali) e per  concerti (i biglietti per i concerti dei Coldplay che si terranno in questo stadio sono stati tutti venduti nella prima mezz’ora dalla loro messa in vendita).

E’ stato, inoltre, confermato come uno dei dodici stadi dove si terranno le partite del Mondiale di Rugby 2015 che nei piani degli organizzatori dovrebbe essere il più grande di sempre.

L’Emirates Stadium era anche stato inserito tra gli stadi che avrebbero dovuto ospitare le partite dei mondiali del 2018 se la candidatura inglese avesse vinto. Invece gli fu preferita la Russia, chiediamo a Blatter il perchè…

La nazionale brasiliana e i proprietari hanno deciso di organizzare una serie di amichevoli di livello internazionale in questo impianto contro avversari del calibro di Argentina,Italia,Portogallo. Sempre con un’eccezionale presenza in numero di spettatori.

CONCLUSIONI

Tutti questi dati fanno capire che anche se l’investimento è stato molto grande e i tempi di ammortamento sono abbastanza lunghi questo stadio si presenta come una vera e propria macchina da soldi che fornirà importantissimi utili da poter investire nuovamente in migliorie dello stadio stesso, nel mercato, nel settore giovanile o in qualsiasi altro campo in cui la società deciderà di investire.

Spero che prima o poi in Italia la maggior parte delle società siano in grado di trovare il coraggio di rischiare imprese simili con i propri soldi non aspettando il solito aiuto statale che si trasforma in soldi buttati da parte dei contribuenti.

PS: prossimo appuntamento con l’Allianz Arena

RM

5 Pensieri su &Idquo;Stadio di Proprietà: Emirates Stadium

  1. Pingback: Rough Diamonds: Luis Muriel | ilsolocalciogiocato

  2. Pingback: Perchè la Serie A è destinata a diventare un campionato di serie B | ilsolocalciogiocato

  3. Pingback: Stadio di Proprietà: Allianz Arena | ilsolocalciogiocato

  4. Pingback: Fatturato Squadre di Calcio 2011-2012 | ILSOLOCALCIOGIOCATO

  5. Pingback: Stadio Di Proprietà: Veltins-Arena | ILSOLOCALCIOGIOCATO

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...